mercoledì 11 aprile 2007

Ancora da Feltrinelli


La vendetta de "La" Feltrinelli

La vendetta de “la” Feltrinelli “Mai più Il Mucchio in libreria” In seguito alla pubblicazione di un’intervista/inchiesta sul numero di aprile del mensile il Mucchio, relativa alle condizioni di lavoro all’interno degli 89 punti vendita de “la” Feltrinelli, l’azienda ha annullato senza nessuna spiegazione le presentazioni di alcune pubblicazioni della casa editrice del Mucchio, in programma il 4 a Milano e il 10 aprile a Roma. “Ognuno è padrone d’invitare a casa sua chi più gli aggrada” dichiara Max Stèfani, direttore della rivista, “ma questa forma di censura non fa altro che confermare quanto purtroppo esce fuori dall’inchiesta del giornale”. Dalla pagine del Mucchio si evince che “la” Feltrinelli era un’azienda dove lavorare era un piacere, oggi trasformata in un megastore in mano a manager senza scrupoli, per i quali un libro equivale a una bistecca, dove la qualità della risorsa umana non è più considerata, dove i lavoratori sono sfruttati, dove non esiste più il rapporto umano, dove intimidazioni e ricatti sono all’ordine del giorno e dove soprattutto non c’è più niente di “sinistra”.

Tratto da www.ilmucchio.it

Nessun commento: