sabato 9 giugno 2007

Lalli (All´improvviso nella mia stanza)

Torino. Sergio Chiamparino, Mercedes Bresso. La Juventus dei Moggi, dei Giraudo, dei dottor Agricola.

Torino. Valentino Mazzola, e la collina di Superga. Le ali di una farfalla granata di nome Gigi Meroni.

Torino. La Mole Antonelliana illuminata dai numeri della serie di Fibonacci. Mirafiori da trasformare in una serra di rose.

Torino. La voce di Lalli ci ipnotizza, ci culla e ci trascina in un ballo lento.




Da http://it.wikipedia.org/wiki/Lalli_(cantautrice)

Biografia

Calca le scene fin dalla seconda metà degli anni '70 come voce del gruppo torinese dei Franti in cui militano anche Stefano Giaccone, Marco Ciari e Vanni Picciuolo. Anche se apparentemente misconosciuti, i Franti costituiscono il seminale punto di partenza del movimento dark-punk anarchico italiano. Precursori del movimento no-copyright (definito senza paura "una legge fascista che limita la diffusione delle idee"), autoproducono sette dischi incitandone la libera distribuzione. Lalli è fin dall'inizio la voce del progetto Franti ed oggi porta avanti con indiscutibile coerenza il prosieguo di quel filo iniziato trent'anni fa.

Dopo lo scioglimento dei Franti, nel 1987, con Stefano Giaccone Lalli dà vita a numerosi progetti (tra i quali vale la pena ricordare Ishi, Howth Castle, Orsi Lucille, Environs e la riunione dei Franti, nel 1991, per incidere le canzoni del gruppo-progetto collaterale Il lungo addio).

Per l'esordio solista bisogna però aspettare il 1998 quanto incide un album - Tempo di vento - prodotto da Mario Congiu e pubblicato dalle edizioni il manifesto che ottiene un buon successo di pubblico e di critica; è infatti considerato da "Rockerilla" il miglior disco di rock italiano del 1998 e "Il Mucchio Selvaggio" le assegna il Premio Fuori dal Mucchio come miglior disco d'esordio italiano.

Nel 1999, sempre con la produzione di Congiu, è la volta di un mini cd intitolato Tra le dune di qui. Cinque canzoni che le fruttano il Premio speciale della Giuria nella quinta Edizione del Concorso nazionale di musica d'autore Piero Ciampi.

Nel 2000, insieme al chitarrista Pietro Salizzoni scrive un nuovo brano, "Testastorta", per la colonna sonora del film Preferisco il rumore del mare diretto da Mimmo Calopresti.

Nel frattempo, Lalli è interprete, insieme al chitarrista argentino Miguel Angel Acosta, di uno spettacolo tributo alla musica sudamericana intitolato "Vengo a ofrecer mi corazón".

Sempre nel 2000, collabora al disco d'addio alle scene dei Kenze Neke, band di combat punk di Siniscola(Nuoro), reinterpretando magistralmente una splendida versione del brano "Barboni".

Nel 2002, sempre per le edizioni "il manifesto" esce il suo terzo lavoro: All'improvviso, nella mia stanza che contiene anche il brano "Testastorta". L'album è completamente scritto a quattro mani con Pietro Salizzoni che, insieme a Carlo U. Rossi, ne è anche produttore.

Partecipa nel 2003 ad un album-tributo a Fabrizio De André - Mille papaveri rossi pubblicato da "A/Rivista Anarchica" - interpretando "Ave Maria" incisa dal cantautore genovese nell'album La buona novella. Nel 2004 è la volta di una collaborazione di prestigio. Lalli è infatti - insieme a Nada, Marina Parente e Fiamma - una delle voci soliste dell'apprezzato primo album dell'ex chitarrista dei CCCP e dei C.S.I., Massimo Zamboni: Sorella sconfitta. Bisogna però aspettare il 2006 per trovare un nuovo lavoro a suo nome: Èlìa che non è solo il titolo dell'album ma quello di un progetto artistico di Lalli e di Pietro Salizzoni (che non a caso firma l'album) che coinvolge anche una serie di musicisti che avevano già collaborato alla realizzazione del precedente All'improvviso, nella mia stanza. Nel 2006 i Franti si sono riuniti per due concerti in occasione dell'uscita della raccolta completa delle loro registrazioni.

Nel 2004 Lalli ha esordito come attrice nel film Nemmeno il destino di Daniele Gaglianone in un ruolo particolarmente difficile e intenso.

Discografia

Album

Raccolte AA.VV.

Collaborazioni


All´indirizzo http://www.lalli-info.it/pgs/mp_3.html quattro files .mp3 contenenti altrettante canzoni di Lalli.