domenica 4 maggio 2008

Vai Alemanno, pensaci tu

Davvero penso non sia il caso stracciarsi le vesti dinanzi ad Alemanno sindaco di Roma; tra le altre cose, il fascistissimo Giovanni mi sta pure simpatico, sarà che si chiama come me, oppure perchè spero che levi le sedie da sotto al culo alla gente come la Dandini e a tutta la vulgata intelletualoide che EgoWalter ha fatto sedere sulle più importanti poltrone romane. In fondo lo so che non lo farà, ma per un momento mi piace immaginare che questo possa succedere. E già me la vedo, con i suoi collant neri che le avvolgono le gambe ben curate e depilate, la maestrina dalla penna rossa a parlare contro la dittatura, a dire che in Italia la democrazia rischia di scomparire. E mò se ne accorge sta paracula, dopo che tutti gli amichetti suoi se so fatti li cazzi loro, dopo che hanno piazzato i rampolli e le fidanzate dei rampolli davanti ad un microfono, dietro ad una macchina da presa, o con una penna in mano davanti ad un quaderno immacolato a scrivere un copione o il testo di una trasmissione. Ve piaceva, a 'mpuniti, spartirve la torta alla faccia de noantri, azzerando tutte le dinamiche sociali e meritocratiche. Non è forse pure questa morte della democrazia? Ma di cosa state a parlare, voi uomini austeri della sinistra, se per anni avete snobbato la televisione? Ma cosa cazzo reclamate se per anni avete considerato la televisione come er passatempo delle casalinghe anarfabete e dei pensionati 'gnoranti? E' arrivato Berlusconi, si è fagocitato tutti sti spazi, ha fatto le trasmissioni per prendersi i voti, mentre voi facevate i sordi con Mondadori, e la Medusa. E chi era er padrone de Mondadori e d'a Medusa? Ma quel dittatore der cavaliere. Dandini, Mannoia, e quant'altri: lo sapevate già che le cose sarebbero andate a finire così. Ma in fondo, ma neanche tanto in fondo, avete pensato, ma che ce frega? Fino a quando ce facciamo er giro nostro, fino a quando facciamo i nostri film, le nostre belle trasmissioni radical-chic, che cazzo ce frega? Ma sta branca de farisei!!! Alla fine della storia, ve voglio dì solo di andarlo a prendere nel culo.