mercoledì 24 giugno 2009

Nuovo Chrome 2.0: privacy e agilità nel segno dell’Open Source



Facile e rapido accesso alle funzioni di navigazione, assoluta supremazia nel download delle pagine web, alta stabilità della navigazione in rete, una rivoluzionaria manualità nella gestione delle finestre. Sono queste le caratteristiche principali che la piattaforma di Google offre con il suo nuovo browser Chrome 2.0, l'ultimo figlio di una famiglia di software freeware con licenza GPL per tutti gli utenti del web. La nuova tecnologia Java Script V8, partorita dal progetto Open Source di Chronium e scritta in C++, migliorata rispetto alla versione 1.0, permette al nuovo browser di rivolgersi anche agli utenti delle piattaforme Linux e Mac OS. Numerosi e di qualità i servizi offerti, sempre dall'accesso rapido ed immediato grazie ai due pulsanti posti vicino alla barra di navigazione, Menù pagina e Menù a chiave inglese, più quello dei Preferiti, che di fatto eliminano la ormai "lenta" barra dei menù. Navigazione sicura (ovviamente mai troppo!) che permette di difendersi dal phishing e dai siti che diffondono mallware; anonima, perché impedisce ai siti internet di memorizzare le pagine visitate dall'utente. Maggiore privacy e sicurezza, dunque, ma abbinata ad un’eccezionale manualità delle finestre visualizzate attraverso un sistema a schede multiple, che possono essere integrate in una singola pagina, come diventare pagine a loro volta con il semplice trascinamento col mouse. Scorciatoie veloci e una grafica semplice e d'impatto che concede all'estetica quanto basta, completano le caratteristiche di Google Chrome, un browser che rappresenta l’ammiraglia della politica che contraddistingue i prodotti Google.

Nessun commento: